BLM GROUP Blog

6 minuti di lettura

Tutto quello che devi conoscere sulle teste radiali

12-gen-2021 2.30.00

Le teste radiali equipaggiabili su sistemi transfer per tubi e barre sono dispositivi portautensili a controllo numerico creati per aumentare in modo consistente il numero di lavorazioni possibili e rendere fattibile una grande varietà di pezzi.


Queste particolari teste dispongono di porta utensili customizzati in funzione dell'applicazione che, oltre a ruotare attorno al pezzo e a muoversi in modo parallelo al suo asse, possono muoversi anche in direzione radiale; tutti i movimenti sono interpolati e gestiti dal controllo numerico e sono programmabili dall’interfaccia macchina.

Impiegando utensili appropriati è possibile realizzare profili interni ed esterni come filettature, torniture, alesature, raggiature, ecc. evitando il riposizionamento del pezzo su altre macchine utensili.

 

teste CN su sistema transfer EM80Coppia di teste CN montate su sistema transfer EM80, impegnate nell’esecuzione di filettatura interna e esterna su uno spezzone di tubo.

 

Perché utilizzare una testa radiale?

Grazie all'asse radiale e all'interpolazione dei vari movimenti, questi dispositivi permettono un considerevole risparmio economico perché evitano l’impiego di frese profilate o utensili speciali, riducendo di conseguenza anche i tempi ciclo e di cambio utensile.

Una testa radiale è in grado di eseguire tutte le comuni operazioni per asportazione di truciolo che generalmente sono realizzate anche su tornio parallelo: tornitura interna o esterna, realizzazione di gole, alesatura, smussatura, raggiatura, filettatura, spianatura, ecc.

La possibilità di eseguire tutte queste operazioni con l’utensile in rotazione e il pezzo fisso (piuttosto che con utensile fisso e pezzo in rotazione come avviene nel tornio) consente di ridurre le vibrazioni e migliorare la precisione delle lavorazioni, oltre che garantire un'elevata produttività grazie all’automazione tipica dei sistemi transfer.

Tutte queste lavorazioni permettono di eseguire una grande varietà di pezzi: alberi, raccordi e innesti, boccole, tubi filettati, giunti, ecc., versatilità che, unita alla capacità produttiva tipica di una soluzione transfer, permette di rispettare gli standard produttivi più esigenti in termini di pezzi/ora. L’ideale in settori come automotive, elettrodomestici, riscaldamento, impiantistica, ecc., caratterizzati da lotti di produzione medio-grandi e da una forte competitività fra i vari player del settore.

Scopri come scegliere il giusto sistema transfer per tubi e barre

 

Pezzi realizzati da barra con asportazione di truciolo su sistema transfer CNCAlcuni pezzi realizzati da barra con sistema transfer EM80 di BLM GROUP.

 

Perché filettare tubi e barre con una testa radiale?

La filettatura di un tubo o di una barra su un sistema transfer può essere eseguita in due modi diversi: filettatura rigida (a pettine) o single point.

Nella filettatura rigida, che non richiede l’uso della testa radiale, la testa di taglio è equipaggiata con porta-pettini alloggiante inserti che riportano in negativo il profilo del filetto da realizzare. Questo tipo di soluzione consente di eseguire la lavorazione in un tempo molto breve perché vengono realizzati più filetti in una sola volta.

Nella filettatura single point viene invece utilizzato un unico inserto, la cui punta riproduce in negativo la gola del filetto. L’uso delle teste radiali permette di gestire il movimento assiale e radiale dell’utensile così da eseguire filettature cilindriche o coniche in varie passate, garantendo una qualità del filetto maggiore rispetto al primo caso in termini di finitura superficiale e la possibilità di eseguire con lo stesso inserto anche altri tipi di lavorazione.

 

Tubo con filettatura interna e esterna realizzato su transfer verticaleElemento tubolare con filettatura esterna e interna, realizzato con sistema transfer EM80 di BLM GROUP.

 

In quali tipi di applicazioni possono essere usate le teste radiali?

L’impiego delle teste radiali su sistemi transfer permette di realizzare pezzi per le applicazioni più svariate.

In elettrodomestici, bollitori, boiler e nelle caldaie, le teste radiali sono particolarmente utili nella realizzazione dei connettori che fanno parte della linea bianca.

Nei settori idraulico, petrolifero e impiantistico, le teste CN permettono di realizzare fitting e altri elementi di giunzione fra più tubi.

Nel settore dell’arredo trovano impiego nella realizzazione di pomelli o come componenti meccanici per mobili e scomparti di vario tipo.

Nel settore automotive sono utilizzate per la realizzazione di componenti cilindrici di vario impiego, come pezzi del motore o degli altri impianti del veicolo.

 

 

 

 

Come equipaggiare le teste radiali su una EM80 standard?

EM80 è il sistema transfer di BLM GROUP in grado di eseguire taglio e lavorazioni di asportazione di truciolo alle estremità su tubi e barre da 10 mm fino a 80 mm di diametro.

Il sistema di carico completamente automatico permette di alimentare l’impianto con pezzi di lunghezza fino a 12,5 m e genera pezzi finiti tagliati a misura e lavorati alle estremità di lunghezza fino a 600 mm.

EM80 dispone di tre stazioni di lavorazione: la prima che esegue il taglio della barra o tubo e, in contemporanea, la presa della barra da lavorare e il rilascio del pezzo finito; la seconda e la terza stazione possono essere adibite a qualsiasi tipo di lavorazione per asportazione di truciolo e sono equipaggiabili con utensili rotativi, teste radiali, dispositivi di spianatura o punte per foratura o centratura. Tutte le stazioni lavorano in simultanea su pezzi successivi eliminando i tempi morti.

Stazioni di lavorazione transfer EM80EM80 dispone di tre stazioni di lavorazione equipaggiabili con sistema di taglio, teste radiali, utensili rotativi e sistema di fresatura e foratura radiale.

 

Questo tipo di configurazione permette di montare su EM80 fino a quattro teste radiali, due per ogni lato del pezzo in lavorazione. Possono così essere eseguite due operazioni diverse per ogni stazione o si può dividere una stessa lavorazione fra le due stazioni equipaggiate con questi dispositivi.

 

 

Come programmare lavorazioni con teste radiali?

Grazie a EM80 l’utilizzo delle teste radiali è estremamente semplice: la programmazione avviene direttamente dall’interfaccia macchina e non richiede la conoscenza del linguaggio ISO.

La macchina riceve i parametri di lavorazione dall’operatore per mezzo di un'interfaccia touch screen intuitiva e semplice da usare. Sarà poi il post processor dell’impianto a tradurre in automatico i parametri impostati in linguaggio ISO e inviare il ciclo di lavoro al CNC per avviare la produzione.

In questo modo, oltre a garantire elevati standard di produttività, EM80 velocizza il cambio produzione e permette di rispondere in modo flessibile alle esigenze dei propri clienti.

Un sistema transfer EM80 equipaggiato con teste radiali, grazie alla completa automazione del processo produttivo e all'interfaccia di lavoro semplice anche per operatori senza esperienza nel linguaggio ISO, offre degli standard di produttività e qualità dei pezzi prodotti superiori ai comuni torni CNC, rivaleggiando con loro anche quando la dimensione dei lotti tende a ridursi ed è necessario garantire una certa flessibilità produttiva.

 

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

In Evidenza